support sponsor
support sponsor
support sponsor
Novizi elite - Campioni Svizzeri 2018 - il racconto e il video

20-21 ottobre 2018 - Bienne. Il racconto di chi lo ha vissuto dallo spogliatoio e dalla panchina

Siamo arrivati carichi a queste finali, i giocatori credevano tantissimo alla possibilità di ottenere qualche cosa di storico, sia per il Sayaluca che per il Ticino. Sabato pomeriggio dopo una lunga attesa siamo finalmente entrati nel torneo e la realtà è stata che non siamo riusciti ad esprimerci al meglio, e penalizzati dalle penalità (unico neo che ci portiamo dietro) abbiamo perso subito la prima partita con Avneches 8-3. Con il Buix sulla carta la partita doveva essere decisamente alla nostra portata, ed anche li purtroppo nulla girava, sembrava veramente che fossimo rimasti in Ticino invece che presenti, ed abbiamo subito il secondo 8-3.
Domenica prima della partita di qualifica alla semifinale con Bassecourt ci siamo chiusi in spogliatoio, ci siamo guardati tutti in faccia e ci siamo detti che le nostre finali inziavano quella mattina, e che malgrado le assenze, giocatori a mezzo servizio per infortunio la squadra era questa e questa deve lottare per ottenere il risultato che ci eravamo preposti prima di partire, ovvero la qualifica agli europei.
Entrati in campo con un altro piglio, subito dal riscaldamento ho percepito che malgrado le poche ore di sonno della notte prima qualche cosa di diverso c'era, e così è stato. Bassecourt dominato e risultato un tantino bugiardo, ma tantè la prima della giornata l'abbiamo portata a casa 2-1.
La grinta che scaturiva da questi ragazzi si percepiva anche fuori, e Buix che ha potuto riposare più di noi era li a 45 min di attesa.
Anche questa partita l'abbiamo dominata sul piano tattico, tutti hanno dato il massimo e ci siamo focalizzati sul gioco semplice e concreto senza cercare esagerazioni inutili. Dopo il gol dell'ultimo vantaggio del solito Lucy abbiamo dovuto soffrire un po' troppo per le solite penalità e gli ultimi tre minuti li abbiamo passati in inferiorità numerica con addirittura 30" in doppia. Ordinati, semplici, puliti e concreti e le ottime partate di Chris ci hanno permesso di raggiungere il nostro primo obiettivo, gli europei e anche la finale.
Nello spogliatorio dopo aver festeggiato la qualifica ci siamo subito concentrati sulla finale ed ai giocatori ho detto questo: "Ragazzi, ora abbiamo raggiunto il nostro obiettivo, non abbiamo nulla da perdere, siamo qui pronti per fare la storia sia per la nostra società che per tutto lo skater ticinese perchè negli ultimi vent'anni nessuna squadra non giurassiana hai mai vinto il campionato svizzero novizi.
Siete stanchi, siete rotti, ma siete qui, scendete in pista e mostrate il miglior Sayaluca possibile e lasciamoci sorprendere al suono della sirena".
Queste sono stale le mie parole ai ragazzi prima di uscire per andare a fare il riscaldamento.
In finale ci aspettava Avenches, eravamo pronti tutti. Ingaggio e via, subito in vantaggio, poi sfruttando una penalità a favore, il nostro ottimo power-play (provato fino alla nausea in allenamento) ha portato la rete del raddoppio. Terminato il primo tempo avanti 2-1 abbiamo ripreso il nostro gioco nel secondo, ma purtroppo ci è mancata un po' la contretezza sotto porta, soprattutto dopo aver incassato il pareggio.
Ad inizio terzo tempo, subiamo subito la rete del primo svantaggio, ma nessuno si è demoralizzato, anzi, è aumentata la carica dei giocatori, mancavano poco più di 14 minuti, gli ultimi 14 minuti della stagione, ragazzi fuori tutto, e piano piano sorretti comunque dal miglior portiere del torneo hanno macinato occasioni dopo occasioni e in quattro minuti abbiamo girato la partita. Purtroppo come al solito abbiamo dovuto soffrire un po' troppo nel finale, una penalità a 1.35 dalla fine ha fatto si che Avenches portasse il forcing finale, ma un ottima difesa non ha permesso di togliere il loro portiere ed i secondi passavano, fino al countdown finale che sembrava infinito ma lo zero è arrivato e... tutti in pista.. siamo diventati i nuovi campioni svizzeri.. i primi ticinesi a riuscirci..

Coach Alfio

Il video dei ultimi secondi della partita e poi l'esplosione di gioia ...